a

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna.

Giardino di Boboli

Sakura resta affascinata dalla magia di Venezia e assieme a Filippo decide di restare in Italia per cercare nuove ispirazioni e visitare questo poliedrico paese dalle molteplici tradizioni e paesaggi.

L’inverno è nel pieno della sua magia e Sakura sceglie di recarsi nella culla della cultura italica, Firenze.

Passeggiando lungo le vie di questa magica e affascinante città, sente parlare del Giardino di Boboli e incuriosita decide di visitarlo.

La magnificenza e lo splendore di questo luogo suscitano commozione in Sakura che ripensa al suo amato Giappone e all’importanza del giardino nel suo riposo invernale, prezioso momento che precede l’attesa rinascita portata dalla primavera.

Tutto è ovattato, avvolto da un delicato torpore che come una ninna nanna avvolge ogni cosa intorno e ne custodisce la bellezza. Le statue celate sotto la neve, gli alberi sempre versi spolverati da un candido manto bianco e le siepi glassate di brina, le ricordano i bellissimi fiori di cotone che era solita raccogliere nel giardino del suo okiya.

Tutto tace ma nel cuore di Sakura riaffiorano ricordi lontani di vita oramai trascorsa che la tiene sempre in bilico fra passato e presente…